Home

Isolamento acustico

Imballaggio

Automotive

Proxital è leader di mercato nel settore dell'espansione dei polimeri. E' presente in tre segmenti importanti dell'economia nazionale: l'imballaggio, l'automotive e l'isolamento acustico per l'edilizia.

TERILEX® è l'isolante acustico che comprende una gamma completa di prodotti per l'isolamento dal rumore da calpestio e per il rumore aereo. Materiali certificati in laboratorio e collaudati in opera, proposti da uno staff tecnico-commerciale che accompagna il cliente dalla scelta del materiale alla progettazione della soluzione acustica più efficace.

XTRACELL® è il rivoluzionario materiale per imballaggio  che protegge da urti e abrasioni. Sostituisce il film a bolle d'aria, sintetizzando le prestazioni del polietilene espanso tradizionale in un film leggero, spesso e flessibile che non si sgonfia mai.

PROXIL® è l'espanso di polipropilene studiato per realizzare pannelli termoformati per il settore automotive per l'isolamento acustico e i ripari-acqua.

 

numero verde isolamento acustico 800.162.992 Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

numero verde imballaggio 800.162.993  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

CERCHIAMO AGENTI PER IL SETTORE EDILIZIA-ISOLAMENTO ACUSTICO PER TUTTA ITALIA.

 Per informazioni Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo o 0422 765642

 

Proxital S.p.A. - Via Magnadola 73, 31045 Motta di Livenza TV -

P.I. 03362050266

tel 0422 765642 fax 0422 768090 Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

ISO 9001







Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Scheda sicurezza

1. Identificazione del prodotto e dell’azienda

Nome del prodotto: POLIETILENE ESPANSO
Caratteristiche del prodotto: Film in polietilene espanso
Produttore: PROXITAL S.p.A. - Via Magnadola, 73 - 31045 MOTTA DI LIVENZA (TV)  ITALY - tel. +39 0422/765642 Fax. +39 0422/765288

2. Composizione/informazione sugli ingredienti

Nome chimico: Polietilene
Sinonimi: LDPE
Componenti che contribuiscono ai rischi: Nessuno

3. Indicazione dei pericoli

  • Nel prodotto potrebbero essere presenti residui di gas infiammabile pertanto deve essere immagazzinato in ambienti ben ventilati e deve subire adeguata ventilazione durante le successive fasi di lavorazione.
  • Possibile formazione di cariche elettrostatiche durante la manipolazione.
  • Il materiale, sotto forma di particelle fini, a contatto con gli occhi può provocare irritazione.
  • Il prodotto, se ingerito, può portare a soffocamento.
  • Il prodotto fuso aderisce alla pelle e causa bruciature.
  • Secondo i termini delle direttive CEE 88/379, 67/548 e successivi adeguamenti, questo materiale non è pericoloso.

4. Misure di pronto soccorso

  • Indicazioni generali: Le misure sotto indicate si riferiscono a situazioni critiche (incendio, condizioni processuali non corrette). A temperatura ambiente il prodotto non è irritante e non libera fumi pericolosi.
  • Inalazione: In caso di eccessiva inalazione di fumi portare il soggetto in zona ben aerata. Tenere il soggetto al caldo e, se necessario, praticare la respirazione artificiale. Richiedere l’intervento di un medico.
  • Contatto con la pelle: In caso di contatto con il prodotto fuso, raffreddare immediatamente con acqua fredda. Coprire la ferita con un panno sterile. Trasportare la persona in ospedale e al pronto soccorso per le relative cure mediche.
  • Contatto con gli occhi: Questo prodotto è un solido inerte. Se entra nell’occhio rimuoverlo allo stesso modo di  qualsiasi altro corpo estraneo. Nel caso non si riesca a rimuovere il prodotto portare la persona al pronto soccorso.
  • Ingestione: Non sono richieste misure specifiche in caso di ingestione del prodotto. Se necessario chiamare un medico.

5. Misure antincendio

  • Mezzi di estinzione idonei: acqua nebulizzata; schiuma; anidride carbonica; polvere chimica.
  • Procedure antincendio: Usare acqua nebulizzata per raffreddare le superfici esposte al fuoco e per proteggere il personale. Bloccare l’alimentazione all’incendio. Estinguere l’incendio raffreddando con acqua nebulizzata.
  • Precauzioni particolari: Gli addetti all’incendio devono indossare mezzi di protezione appropriati.
  • Prodotti di combustione: I prodotti della combustione producono fumi di natura idrocarburica. In caso di carenza di ossigeno si può produrre monossido di carbonio.
  • Vapori: I vapori del materiale riscaldato combinati con l’aria possono essere infiammabili in
  • caso di miscele stechiometriche.

7. Manipolazione e stoccaggio

  • Manipolazione: Non sono richiesti  provvedimenti  particolari  se la manipolazione avviene a temperatura ambiente. Tenere lontano da fiamme libere, da fonti di calore o da fonti di accensione. Usare adeguate procedure di messa a terra, per evitare il rischio di accumulo che può provocare scintille (fonte di accensione). Occorre installare un sistema di ventilazione nei locali in cui viene:
    • effettuato un processo di fusione del materiale;
    • macinato o lavorato;
    • effettuato  un processo a temperatura elevata di qualunque tipo.
  • Stoccaggio: Il materiale va stoccato in zone aerate. Proteggere il materiale dalla luce solare diretta, poiché questa potrebbe accelerare il deterioramento e causare un peggioramento della qualità del materiale. Per una lavorazione adeguata, mantenere il  materiale completamente asciutto (nonostante l’aumento dei pericoli da elettricità statica.
    • Temperatura di stoccaggio (°C): ambiente.
    • Temperatura di trasporto (°C): ambiente.
    • Pressione di stoccaggio/trasporto (KPa): atmosferica.

8. Controllo dell’esposizione/protezione personale

  • Limiti di esposizione: Per questo materiale non sono previsti limiti di esposizione.
  • Protezioni individuali: Non sono prescritti  particolari  protezioni  individuali  tranne le normali protezioni adeguate al tipo di lavoro effettuato. Durante la lavorazione di questo materiale è necessario garantire un’adeguata ventilazioni dei locali.

9. Proprietà fisiche e chimiche

  • ASPETTO Film in bobine o fogli di varie forme e dimensioni
  • STATI FISICO solido
  • COLORE bianco, su richiesta del cliente si può avere di diversi colori
  • ODORE inodore
  • VALORE DEL PH non applicabile
  • INTERVALLO DI EBOLLIZIONE non applicabile
  • INTERVALLO DI RAMMOLLIMENTO tra 80°C e 100°C
  • PUNTO DI INFIAMMABILITA’ >350°C
  • TEMPERATURA DI DECOMPOSIZIONE >300°C
  • TEMPERATURA DI AUTOINNESCO >350°C
  • VISCOSITA’ non applicabile
  • PRESSIONE DI VAPORE non applicabile
  • DENSITA’ DI VAPORE non applicabile
  • VELOCITA’ DI EVAPORAZIONE non applicabile
  • SOLUBILITA’ IN ACQUA insolubile

10. Stabilità e reattività

  • Condizioni da evitare: Temperature superiori ai 300°C. Il prodotto è stabile alle normali condizioni di manipolazione e stoccaggio.
  • Materiali da evitare: Agenti fortemente ossidanti.
  • Prodotti di decomposizione pericolosi: Monossido di carbonio, idrocarburi infiammabili, vapori.

11. Informazioni tossicologiche

  • Inalazione: Rischio trascurabile a temperatura ambiente. I fumi che si generano a temperature elevate possono irritare gli occhi e l’apparato respiratorio. La polvere può essere irritante per gli occhi e l’apparato respiratorio.
  • Contatto con la pelle: Nessun rischio a temperatura ambiente (da –18°C a +38°C).
  • Contatto con gli occhi: La polvere può risultare abrasiva per l’occhio e causare irritazione per effetto meccanico.
  • Ingestione: Minimo indice di tossicità (LD50 per via orale, ratti >5000 mg/Kg).

12. Informazioni ecologiche

  • Mobilità: Nessuno.
  • Degradabilità: Degradabilità UV molto bassa.
  • Ecotossicità: Non esistono indicazioni del fatto che il materiale costituisca un rischio per l’ambiente.
  • Tossicità in acqua: Materiale solido non tossico insolubile.

13. Considerazioni sullo smaltimento

  • Il prodotto è assimilato a rifiuto solido urbano, le vie più idonee per lo smaltimento di questo prodotto sono:  incenerimento in inceneritori  appropriati,  con recupero energetico, smaltimento in discariche o metodi riciclo appropriati.
  • Il materiale può essere riciclato.

14. Informazioni sul trasporto

Trasporto/ulteriori indicazioni: Il prodotto non è pericoloso ai sensi delle vigenti normative nazionali ed internazionali che regolano il trasporto stradale, ferroviario, marittimo ed aereo.

15. Informazione sulla regolamentazione

In conformità alla direttiva CEE non è richiesta nessuna classificazione ed etichettatura per questo prodotto.

16. Altre informazioni

Queste informazioni sono basate sulle nostre conoscenze attuali e si prefiggono lo scopo di descrivere il prodotto soltanto per esigenze ambientali, di salute e di sicurezza. Gli utenti si assumono ogni responsabilità in relazione all’applicazione, alla trasformazione o all’utilizzo delle informazioni o dei prodotti di cui sopra, dei quali dovranno verificare la qualità e le altre proprietà, nonché le relative conseguenze.